Today: 13.Dec.2019

wildorange4

 

 

La Wild Orange Srl è nata nel 2001 per gestire diverse attività del gruppo CAFFO, specializzato nella produzione di distillati, liquori e sciroppi.

In particolare, la Wild Orange si occupa di gestire la rete vendita Italia costituita da circa 70 agenti e 4 capi area su tutto il territorio nazionale; la struttura si prefigge di coprire il 100% del territorio nazionale in termini di presenze di uomini in ogni provincia della nazione, progetto ambizioso che attraverso uomini di fidata esperienza pian piano si sta facendo realtà.

Dal 2007 ha un proprio stabilimento produttivo c/o la zona industriale di Vibo Valentia, Loc. Aeroporto Razza, nel quale è prevista la lavorazione di liquirizia e piante officinali da destinare alla produzione della Caffo e dal 2008 ha completato il ciclo di lavorazione in quanto ha incorporato un'azienda agricola preesistente, nei cui terreni si coltivano direttamente le piante officinali ed anche agrumi sempre diretti alla produzione Caffo.

Ha lanciato sul mercato dei frammenti di liquirizia (caramelle aromatizzate) con un logo di antico fascino "Liquirizia taitù".

Inoltre, la Società si è indirizzata, data la notevole esperienza del gruppo nella produzione di liquori di erbe aromatiche ed officinali, nell'estrazione e recupero di biomolecole di interesse industriale a partire dagli scarti delle lavorazioni di distillati e liquori.

L'Azienda ha recentemente indirizzato parte delle proprie produzioni (in termini di coltivazioni e attrezzature) al riutilizzo degli scarti di produzione con l'intento di recuperare sostanze che possono trovare applicazione in campo alimentare, farmaceutico e/o cosmetico.

La politica aziendale basata su tradizione ed innovazione si è perciò trasferita dal comparto delle bevande e dei liquori a quello dei sottoprodotti che attualmente possono rappresentare non più solo una voce di costo per le aziende, ma una risorsa da sfruttare e valorizzare.

 

 

 wildorange WILD ORANGE Srl - gestione rete vendita "CAFFO"
Via Grigna, 9
20155 Milano
Sito Web : http://www.caffo.com/
Facebook : https://www.facebook.com/AmarodelCapo/

mater4

 

 

MATER nasce nel 1996 ed opera in diversi settori con il fine unico di garantire ai Clienti lo sviluppo armonico delle loro potenzialità.

I principali ambiti d’intervento della società sono la consulenza aziendale, la formazione, l’orientamento, la ricerca, la progettazione ambientale e l’analisi del rischio e sicurezza sul lavoro.

Grazie alle competenze ed ai valori professionali maturati in anni di collaborazioni specialistiche con aziende, enti ed istituzioni di rilievo nel panorama industriale italiano, Mater opera in tutta Italia e si pone, quindi, come partner ideale sia per Enti pubblici che per Enti privati, contribuendo in misura determinante alla risoluzione dei problemi gestionali attraverso l’assistenza continua e la promozione della cultura manageriale.

Grazie alla collaborazione di un network di oltre 200 partner, fornisce supporto operativo e strategico alle aziende e assistenza alla pubblica amministrazione ed è in grado di rispondere con servizi integrati e prestazioni specialistiche alle esigenze d’impresa reali, di Società, Imprenditori e Operatori-Economici per l’espansione, lo sviluppo e la competitività industriale, commerciale ed economica sul mercato nazionale ed internazionale.

I professionisti MATER sono in grado di mettere a disposizione dei clienti una pluriennale esperienza nei settori di loro competenza.

Operano direttamente presso la sede del Cliente, curando l’elaborazione di specifici progetti e seguendone lo sviluppo, anche assieme alle risorse interne all’azienda.

 

 

 mater Mater Società Consortile a Responsabilità Limitata
Via Brecce a S.Erasmo, 114 (NA)
Tel/Fax + 39 081.5621049
Sito Web : http://www.mater.it/

unirc4

 

 

Nell'ambito del Dipartimento di Biotecnologie per il Monitoraggio Agroalimentare ed Ambientale, il Laboratorio di Chimica Agraria ha come obbiettivo lo studio e lo sviluppo di tematiche ambientali riguardanti il monitoraggio, l'osservazione dello stato e dell'evoluzione del territorio, nonché le ricerche e gli interventi per la salvaguardia del suo ambiente, con particolare riferimento al settore agroforestale.

Il Laboratorio di Chimica Agraria costituisce inoltre un cluster di competenze volte allo studio, all'analisi, alle indagini di tipo applicativo ed alle nuove metodologie riguardanti i monitoraggi agroalimentari in relazione alle tematiche sanitarie ed eco tossicologiche, nonché alla valorizzazione della biodiversità territoriale e delle produzioni tipiche.

 

Il Laboratorio di Chimica Agraria affronta i temi dell'innovazione tecnologica nella propagazione delle piante, del recupero e valorizzazione di specie vegetali autoctone finalizzata al mantenimento della biodiversità, dei reperimento di marcatori morfologici, biochimici e molecolari per il miglioramento della produttività delle piante e della qualità dei suoli, della caratterizzazione e selezione di specie resistenti a stress abiotici, della conservazione dei prodotti ortofrutticoli in IV gamma, del monitoraggio, conservazione e recupero della fertilità chimica e biologica del suolo, del monitoraggio ambientale di inquinanti e metalli pesanti, dell'identificazione di organismi vegetali da impiegare nel biomonitoraggio e nelle tecniche di fitorimedio, delle metodologie sostenibili per il sequestro del carbonio organico nei suoli agrari, della valorizzazione di biomasse agro-alimentari e forestali per usi energetici e agronomici

 

Il Laboratorio di Chimica Agraria ha in corso collaborazioni scientifiche a livello internazionale con le seguenti istituzioni universitarie: École Nationale Supérieure Agronomique (Ageria), Rothamsted Research International (UK), Institute of Plant and Microbial Biology, Academia Sinica (ROC), Universidad de Vigo (Spagna), University of York (UK).

 

 

 unirc Dipartimento di Biotecnologie per il
Monitoraggio Agroalimentare ed Ambientale
(Biomaa) della Università Mediterranea di Reggio Calabria
Salita Melissari - Lotto D, 89124 Reggio Calabria
Tel/Fax +39 09.65304077
Sito Web : http://www.biomaa.unirc.it/ http://www.agraria.unirc.it/
Facebook : https://www.facebook.com/AgrariaUniRC

unina8

 

 

Il Dipartimento di Agraria dell'Università di Napoli "Federico II" ha sede nella prestigiosa Reggia di Portici, un edificio voluto da Carlo di Borbone, quando invitato dal principe di Elboeuf Emmanuele Maurizio di Lorena a trascorrere una giornata nel suo palazzo di Portici, si innamorò del luogo e decise di costruirvi una residenza estiva.

La direzione dei lavori fu affidata al romano Canevari, e per decorare le sale furono chiamati pittori quali Giuseppe Bonito.

Le sculture e le statue del parco, realizzate in marmo di Carrara, sono invece attribuite al Canart.

I lavori della Real Villa terminarono nel 1742 e molte delle famiglie aristocratiche del tempo fecero a loro volta costruire ville nei dintorni, creando una singolare concentrazione di palazzi e giardini noti oggi come Ville Vesuviane, patrimonio culturale di grande rilievo.

Nel corso degli anni la Villa subì varie modifiche: originariamente ideata su una pianta quadrata venne ampliata nel periodo francese con una intera nuova ala verso il mare ed una orientata verso il Vesuvio. L'edificio è caratterizzato da una superba facciata con ampie terrazze e balaustre.

Un ampio vestibolo conduce al piano nobile con uno scenografico scalone lungo il quale si possono ammirare statue provenienti dall'antica Ercolano, da dove provengono anche altri elementi architettonici presenti nella fabbrica.

Di particolare rilievo artistico, il "salottino di porcellana" della Regina Maria Amalia, originariamente presso il palazzo, attualmente viene conservato al Museo di Capodimonte di Napoli.

Elemento di rilievo del complesso architettonico, il grande parco, caratterizzato da lunghi viali, e strutturato come un giardino all'inglese, originariamente riserva di caccia del Re Borbone e che si estendeva dal mare alle pendici del Vesuvio.

La Reggia fu acquistata dall'Amministrazione Provinciale di Napoli nel 1871 con lo specifico e dichiarato intento di destinarla a Scuola Superiore di Agricoltura, la prima per l'Italia meridionale ed insulare, la terza in Italia, preceduta da quelle di Pisa e di Milano dopo (1870).

La scuola, di durata triennale, fu legalmente riconosciuta con regio decreto del 14-1-1872, n. 658, l'inaugurazione avvenne il 9-1-1873 e gli iscritti di quell'anno furono esattamente 19.

A partire dall'anno accademico 1893-94, la durata dei corsi passò a quattro anni e con l'anno scolastico 1924-25 la scuola, per effetto del decreto n. 2492 del 3-8-1923, assunse il nome di Istituto Superiore Agrario e dipendeva completamente dal Ministero dell'Agricoltura.

Con l'anno accademico 1935-36, a seguito del passaggio al M.P.I., l'Istituto assunse l'attuale nome di Facoltà di Agraria dell'Università degli Studi di Napoli.

A partire dall'a.a. 2013-2014, in ottemperanza alla Legge Gelmini, è stato istituito il Dipartimento di Agraria.

 

Piantina del dipartimento di Agraria

Il Dipartimento dispone di un laboratorio di Fisiopatologia vegetale (mq 70), di un laboratorio di Lotta Biologica (mq 110), di un laboratorio di Batteriologia ( mq 55) e di un laboratorio di Micologia ( mq 60).

Inoltre, per l’esecuzione dei progetti si dispone di un laboratorio per studi di biologia molecolare e fisiologia degli insetti di 110 mq, di un laboratorio di lotta biologica (mq22), un laboratorio di nematologia ( mq 161), un laboratorio di etologia degli insetti (mq56), un laboratorio di apicoltura (mq100), di serre e camere di crescita.

Tutte le strutture e laboratori disponibili sono attrezzati in modo ottimale per lo svolgimento delle attività previste dall’Aggregazione.

 

 

 unina Dipartimento di Agraria
Università degli Studi di Napoli
Via Università, 100, 80055 PORTICI (NA)
Tel/Fax : +39 081.2539380
Sito Web : http://www.dipartimentodiagraria.unina.it/
Facebook : https://it-it.facebook.com/agraria.unina/